Con Pokemon GO la Realtà Aumentata entra nella nostra vita e .. nella tazza del latte!

 

Conoscete i Pokemon? Si tratta di un gioco, noto da più una generazione, basato sulla caccia e cattura di strane creature immaginifiche.

Con la versione Pokemon Go, lanciata in luglio,  le strane creature, mappate nell’ambiente reale entrano nella nostra vita, e si fanno trovare attorno a noi in qualsiasi momento.
E come li possiamo catturare per interpretare il ruolo del protagonista del gioco originario e della serie dei cartoni animati? Naturalmente con lo strumento che più abbiamo in mano e a disposizione: lo smartphone.

Pokemon Go è quindi un gioco location based, che per sua natura non poteva che diventare virale:

  • gratis (unica necessità connessione internet e gps)
  • giocabile ovunque
  • basato sullo smartphone
  • sollecita istinti primitivi: caccia cattura

Lanciato in Italia in un momento di vacanze estive (15 luglio 2016) ha portato i giocatori di tutte le età ad uscire da casa, a sfidare il caldo e a ritrovarsi intorno ai Pokemon Stop, e perché no anche a fare nuove amicizie.

A mio parere è proprio la formula del Location-based ad essere la chiave del successo del progetto Niantic, la società che ha sviluppato il gioco, perché agli utenti è richiesto di avventurarsi in punti di interesse nel nostro mondo reale. Portare l’invenzione del gioco e i personaggi del gioco, in scenari reali.

L’uso della Realtà Aumentata, abbinata alla geolocalizzazione, sono il mix emozionante che genera il successo del gioco.
Dal punto di vista tecnologico non si tratta dell’applicazione più avanzata di Realtà Aumentata ad oggi disponibile, ma certamente si tratta della applicazione più diffusa al mondo. Destinata a diventare la palestra di formazione per migliaia di giovani utenti che da oggi riterranno la Reatà Aumentata qualche cosa di “normale” e famigliare.
Un gigantesco progetto di formazione “sul campo” che rappresenta un salto culturale e di abitudini non indifferente, a favore di una tecnologia disponibile da tempo, ma che ha sempre avuto difficoltà ad affermarsi.

E infine vediamo di capire come anche Pokemon Go sia connesso al Content Marketing. Avete pensato alle implicazioni dal punto di vista di marketing e business?

Pensate per una azienda cosa possa significare essere inclusa nel gioco come PokeStop o come luogo di una Palestra per i combattimenti, o infine come zona in cui i Pokemon siano più diffusi per essere cacciati.

La descrizione di questi luoghi è la grande opportunità per il Content Marketing, così come l’utilizzo di questo argomento per la redazione di contenuti promozionali. Le aziende locali potranno sempre più sfruttare la sponsorizzazione dei punti notevoli del gioco!

Leave a Reply

You May Also Like